default-logo

AnShi : la recensione

da Milano – Il titolo di oggi è qualcosa d’innovativo e totalmente sperimentale. Avviato il gioco verremo trasportati nello spazio. Una navicella aliena sta viaggiando alla velocità della luce nell’Universo. All’improvviso una grossa e violenta esplosione  causata da una stella in fin di vita, andrà a causare una violenta onda d’urto che farà perdere il controllo del mezzo al nostro protagonista. Avremo un’atterraggio di fortuna su un pianeta alieno. Ora non ci resta che indossare le cuffie, rilassarci e goderci

questo gioco chiamato AnShi, sviluppato da Andre Ledermüller edito Heideland GameWorks, disponibile per PC tramite Steam e per Nintendo Switch al costo di 14,99 Euro. Quando prenderete il controllo del vostro personaggio alieno, la prima cosa che noterete sarà l’ambiente circostante. Infatti sarete all’interno di una profonda caverna. L’unica cosa che possiamo fare sarà quella di attivare il nostro unico mezzo di trasporto, il nostro fidato e hoverboard. Cominceremo a viaggiare velocemente all’interno di questo tunnel dalle tonalità gialle e arancioni. Fino ad arrivare ad un portale. Apparentemente sembra un buco nero, ma molto meno ostile come aspetto. Lasciamo a terra il nostro mezzo ed entriamo. Ed eccoci all’interno di un’astronave. Il poco dialogo che avremo sarà sottotitolato nella nostra lingua. Potrete cambiare le impostazioni della lingua andando nel menù di gioco. Da questo momento in poi inizia la nostra avventura. Dovremo esplorare un mondo alieno alla ricerca di queste pietre della memoria che andranno a costruire la trama principale. Scopriremo piano piano alcuni segreti che non vi svelerò, ma andranno a comporre naturalmente la trama di gioco. Anshi è stato studiato e creato per dare al giocatore una sorta di esperienza trascendentale. La sua meravigliosa colonna sonora, abbinata al motore grafico Unreal Engine, regala un’ambientazione perfettamente aliena, vi trasporterà nella curiosità della scoperta e del viaggio. Non temete di perdervi. Vedete seppur gli open word siano molto apprezzati, alcuni utenti temono sempre che il “troppo” possa portare a perdere la corretta via. Questo non accade, gli sviluppatori danno sì la possibilità al giocatore di esplorare il mondo circostante, ma dandoci sempre una via per poter procedere. Questo è un’elemento molto importante in quanto, un totale open world avrebbe rovinato questa esperienza, rischiando di essere troppo dispersivo. In questo modo invece, chiunque può giocare godendosi questo mix di viaggio/esplorazione rilassandosi completamente. Il mio consiglio è quello di cercare di completare tutti i 19 achievement presenti nel gioco. Questo andrà ad aumentare la vostra curiosità di esplorare. Se invece vi concentrate solo sul viaggio, l’avventura riuscirete a portarla a termine in circa 4 ore di gioco. Dal lato tecnico AnShi si difende bene. L’ambientazione è molto bella e d’atmosfera, come scritto precedentemente si sposa alla perfezione con questa magnifica colonna sonora. La giocabilità è buona, anche se avrei rivisto sia il sonoro che le movenze del nostro personaggio mentre percorre alcuni tragitti a piedi. Se siete alla ricerca di qualcosa di diverso, basato sul viaggio e sul trascendentale AnShi saprà regalarvi qualcosa di particolare e diverso. Dovete solo accettare di aprire la mente verso un nuovo concentto di videogioco e farvi trasportare dalle vostre emozioni. Vi lasciamo alla nostra pagina di Steam e alla nostra consueta video recensione.

Voto : 8

About the Author

Related Posts