default-logo

Google “butta fuori” Internet Explorer 6

google_sedeDa Milano – Mentre da una parte Microsoft ha già rilasciato le versioni 7 e 8 di Internet Explorer, dall’altra
Google ha iniziato a eliminare gradualmente il supporto a Internet Explorer 6, il browser identificato come l’anello debole in un recente attacco hacker rivolto al motore di ricerca.
Google ha ufficialmente comunicato che dal primo marzo alcuni dei suoi servizi, come Google Docs, potrebbero non funzionare correttamente con il browser (IE6).
Si raccomanda quindi un aggiornamento il più presto possibile.
Google ha, inoltre, minacciato di ritirarsi dal mercato cinese in seguito agli attacchi realizzati dagli hacker locali utilizzando proprio una falla in Internet Explorer 6 (IE) per colpire gli account Gmail di attivisti per i diritti umani in Cina.
Circa il 20% degli utenti del Web utilizzano ancora il vecchio browser (IE6), tra cui molti dipartimenti del governo britannico.
Dal canto suo Microsoft ha dichiarato che sosterrà il browser fino al 2014.

 
Microsoft ha rilasciato una correzione per Internet Explorer e ha raccomandato di installare l’aggiornamento il più presto possibile o aggiornare alla versione più recente del browser web per “migliorare la sicurezza”. Come abbiamo riportato a suo tempo nell’articolo https://www.ayrion.it/2010/microsoft-italia-rassicura-gli-utenti-di-ie/
La cattiva pubblicità che ha permesso ai rivali, come Firefox, di guadagnare significative quote di mercato.
Secondo la società di Web Analytics StatCounter, Firefox è oggi secondo in Europa, ma vicinissimo a Internet Explorer (IE), con il 40% del mercato rispetto alla quota del 45% di Microsoft.
Peraltro in alcuni mercati, tra cui la Germania e l’Austria, Firefox ha superato Internet Explorer.

About the Author

Related Posts