default-logo

Super Mario World 2: Yoshi’s Island : Passione Retrogame

da Milano – Quando sul mercato uscì il famoso Super Nintendo, Super Mario World fu uno dei titoli di lancio e una delle avventure più apprezzate dal popolo della grande N. Nel 1995, uscì un secondo capitolo chiamato Super Mario World 2: Yoshi’s Island, che in molti ricorderanno semplicemente come Yoshi’s Island. Quando avvierete il gioco, verrete accolti dalla trama. Una tenera cicogna, sta portando un fagotto, al suo interno abbiamo baby Mario e baby

Luigi che a breve raggiungeranno la propria famiglia. Peccato che Bowser ha saputo di questa consegna e manda il mago Kamek all’attacco. La cicogna e baby Luigi verranno catturati, mentre baby Mario cadrà sull’isola dei nostri Yoshi, i quali a turno, percorreranno vari mondi per riportarlo a destinazione, sconfiggendo il leggendario nemico. La grafica ci porta all’interno di un’universo dotato di uno stile molto bello che sembra disegnato a mano e colorato a pastelli. Un marchio di fabbrica che vedremo anche nei capitoli futuri, di questa saga. I level design sono ottimi e ricchi d’atmosfera. In alcune occasioni per poter proseguire, il nostro Yoshi, si dovrà trasformare in alcuni mezzi come una talpa per proseguire nel sottosuolo e un elicottero per poter volare e superare alcuni burroni. Le meccaniche di gioco erano apparentemente semplici. Il giocatore utilizzava Yoshi e aveva sulle spalle Baby Mario. Se venivate colpiti oppure urtati il Baby Mario cominciava a piangere e rimaneva sospeso in aria per un tot di secondi. Se avevate abbastanza tempo, bastava un classico colpo con la testa per recuperarlo, in caso si fosse allontanato, basterà utilizzare le uova per mirare alla bolla. Yoshi  infatti avrà delle uova a disposizione che verranno ricaricate ingerendo i nemici, oppure sostando vicino alla pianta spara uova. Se invece,  non riuscivate a recuperare baby Mario nel tempo limite avevate perso la partita. Infatti era sempre conigliabile avere una buona scorta di uova in caso di emergenza.  Occorreva prendere la mano con il sistema di puntamento, per mirare in modo corretto in situazioni di emergenza, ricordando che Yoshi poteva planare in aria per qualche secondo. Yoshi’s Island si rivelerà un grandissimo successo, avendo alcune conversioni su GBA e nuovi episodi sulle future console Nintendo. Se siete possessori del Nintendo Switch, lo troverete all’interno della libreria del Super Nintendo oppure sulla mini console Snes uscita un paio di anni fa. Altrimenti per i collezionisti non farete affatto fatica a trovarlo su Ebay.

About the Author

Related Posts