default-logo

Epson pubblica il Rapporto 2009 sulla Sostenibilità

Posted On 12 Ott 2009
Comment: Off

notizie in breveDa Cinisello BalsamoSeiko Epson Corporation ha pubblicato il Rapporto 2009 sulla Sostenibilità, arrivato quest’anno alla decima edizione, che illustra in dettaglio le attività intraprese ogni anno dal Gruppo Epson in difesa dell’ambiente, a favore della prevenzione del riscaldamento globale, per il riciclo e la conservazione delle risorse e a sostegno delle comunità. Quest’anno, con l’obiettivo di fornire un ulteriore contributo per ridurre l’impatto dell’azienda sul riscaldamento globale, il rapporto è stato pubblicato solo in formato digitale (http://www.epson.co.jp/e/community/sr/), con un risparmio stimato in 16,7 tonnellate di CO2 rispetto alla versione cartacea.
Scorrendo le 56 pagine del rapporto, che documenta i progressi compiuti da Epson nell’impegno ambientale per arrivare a ridurre le emissioni di carbonio del 90% entro il 2050, si può notare che nel 2008 Epson ha ridotto le emissioni di CO2 a 807.000 tonnellate: il 12% in meno rispetto all’anno precedente. Ciò significa che, rispetto al 1990, è stata raggiunta una diminuzione del 51% per ogni prodotto venduto. A ciò si aggiunge, rispetto all’esercizio 2005, una riduzione del 45% delle emissioni di sostanze incluse nel Registro E-PTR (European Pollutant & Transfer Register) e del 22% per quanto riguarda i Composti Organici Volatili.
Sul fronte della riciclabilità, invece, la quantità di prodotti finiti raccolti e riciclati ha raggiunto le 12.540 tonnellate, con un incremento di 340 tonnellate rispetto all’anno precedente. In particolare il 96,6% dei prodotti Epson ha raggiunto l’obiettivo di essere riciclabile al 75%, mentre il 98,9% può essere recuperato addirittura all’85%.
Il rapporto, infine, mette in risalto anche il notevole impegno profuso da Epson in investimenti a favore dell’ambiente: nell’anno fiscale 2008 Epson ha investito quasi 3 milioni di Euro, l’88% dei quali è stato destinato alla prevenzione del riscaldamento globale attraverso la scelta di macchinari, attrezzature ed impianti a più alta efficienza energetica.

About the Author