default-logo

C’è un’Europa selvaggia e incontaminata: Epson la mette in mostra

marmottDa Cinisello Balsamo – In occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente, Epson, azienda leader nel digital imaging, presenta la partnership con il progetto Wild Wonder’s of Europe (WWoE). Il contributo di Epson sarà economico e tecnologico, con la fornitura delle più avanzate e innovative attrezzature. La moderna tecnologia di imaging di cui dispone Epson fornirà un sostegno concreto all’obiettivo del progetto WWoE che ha lo scopo di sensibilizzare milioni di cittadini europei a proteggere le regioni ancora selvagge del nostro continente, utilizzando la fotografia come strumento. L’iniziativa pionieristica mostrerà la straordinaria bellezza e ricchezza dell’Europa ed il suo immenso patrimonio naturale, sottolineando anche le sfide e gli sforzi che vengono affrontati in tutto il continente per la sua conservazione.

L’équipe che si occupa del progetto WWoE e include 66 tra i migliori fotografi naturalisti europei (tra i quali gli italiani Manuel Presti, Elio della Ferrera, Stefano Unterthiner, Bruno D’Amicis, Maurizio Biancarelli) ha documentato la fauna e i luoghi più selvatici del continente attraverso una splendida collezione di fotografie che attraverserà 48 paesi europei a partire dal 2010. Le prime destinazioni della mostra includono Parigi, Londra, Stoccolma, Istanbul, Bruxelles, Copenaghen, Praga e L’Aia. Il progetto prevede anche la realizzazione di concorsi, libri, programmi educativi e un sito web (www.wild-wonders.com), in cui si possono ammirare alcune fotografie della collezione e acquistare copie stampate da Epson su carte pregiate.

Epson fornirà al progetto WWoE gran parte delle attrezzature necessarie per rendere ancora più coinvolgente e smagliante la splendida natura d’Europa. Tra queste i videoproiettori professionali per le mostre, anche audio-visive, e una vasta gamma di stampanti di largo formato per la stampa d’arte compresi prodotti all’avanguardia per la stampa da esterni. Inoltre, Epson metterà in palio anche stampanti fotografiche e photoviewer per chi si aggiudicherà i concorsi fotografici sulla fauna selvatica paneuropea.


Andrea Koepfer, Corporate PR Manager di Epson Europa, commenta: “Lavorando con WWoE crediamo si possa contribuire a sensibilizzare l’opinione pubblica sulla ricca fauna selvatica europea, aiutando così la conservazione della biodiversità. Questo è un obiettivo importante, in linea con il più ampio impegno di Epson di fornire un contributo alla cultura e alla società. Le immagini generate dal progetto sono meravigliose: meritano di essere rese ancora più vive e coinvolgenti grazie ai migliori prodotti di imaging oggi disponibili.”
Nell’ambito della Environmental Vision 2050, Epson ha intrapreso una serie di iniziative volte a promuovere e tutelare la biodiversità in Europa e ridurre le emissioni di CO2del 90% entro il 2050. Epson sostiene anche un progetto per ripristinare la biodiversità delle foreste e degli habitat della fauna selvatica nelle famose montagne di Gardunha in Portogallo, un’antica area selvatica distrutta durante gli incendi boschivi del 2003 e del 2005.


Staffan Widstrand, fotografo e amministratore delegato di Wild Wonders of Europe, afferma: “Vogliamo usare la forza delle immagini per toccare le emozioni dei nostri 700 milioni di concittadini europei, e per ristabilire un loro rapporto con il nostro patrimonio naturale. La nostra partnership con Epson di certo ci aiuterà, per questo siamo molto felici di averli al nostro fianco.”

Per ulteriori informazioni su Wild Wonders of Europe, visitate il sito: www.wild-wonders.com


About the Author

Related Posts