default-logo

Anaglifo con Final Cut


 tutorial 3dTutorial 3D
Realizzare un Anaglifo, ovvero un filmato da vedere con gli occhialini dalle lenti rosse e ciano, è piuttosto semplice.
Se volete semplificare al massimo le operazioni basta scaricare il plug-in Anaglyph all’indirizzo http://straylight.tv/pluginz. Continue Reading

Posted On 11 Gen 2008

VNC 3.3.6 Virtual Network Computing

tutorialmultipiattaformaTutorial Multipiattaforma – Il sistema per l’utilizzo di interfacce grafiche da remoto, multipiattaforma, facile, veloce e gratuito.

Uno dei problemi da parte di chi gestisce reti di calcolatori collegati in internet, è stato sempre quello di gestire ed amministrare qualunque computer appartenente alla rete in remoto. Continue Reading

Posted On 02 Gen 2008

Un check up per il PC

windowstutorialTutorial Windows – Un qualunque computer odierno del costo approssimativo di un migliaio di Euro, monitor compreso, è in grado di compiere il lavoro di un maiframe costosissimo di soli 25 anni fa. La crescita esponenziale dei cicli interni e la tendenza inversamente proporzionale dei costi, hanno permesso a ciascuno di noi di avere sul tavolo un computer in grado di fare cose solo immaginabili appena cinque anni or sono. Continue Reading

Posted On 02 Gen 2008

Difendersi dal “Mailbombing” con Sendmail

linuxtutorialTutorial Linux – In caso di attacco di tipo Mailbombing (invio di così tante email a un particolare utente o sistema in modo da riempire l’hard disk) ci si può difendere  configurando appositamente il demone sendmail per bloccare tutte le email provenienti dal bombardatore. Bisogna fare questo aggiungendo l’indirizzo email del bombardatore o il nome del sistema al file access che si trova nella directory /etc/mail.

Ogni riga del file access contiene un indirizzo email, hostname, dominio o indirizzo IP seguito da una tabulazione e poi una parola chiave che specifica quale azione intraprendere quando quella entità invia un messaggio. Le keywords valide sono OK, RELAY, REJECT, DISCARD, e ERROR.
Utilizzando la parola REJECT si può fare in modo che ogni email sia rispedita indietro con un messaggio di errore. La parola DISCARD consentirà di scartare silenziosamente il messaggio senza inviare messaggi di errore. Si può addirittura inviare un messaggio di errore personalizzato utilizzando ERROR.
Quindi, un esempio del file /etc/mail/access può essere simile a questo:

# Check the /usr/share/doc/sendmail/README.cf file for a description
# of the format of this file. (search for access_db in that file)
# The /usr/share/doc/sendmail/README.cf is part of the sendmail-doc
# package.
#
# by default we allow relaying from localhost…
localhost.localdomain RELAY
localhost RELAY
127.0.0.1 RELAY
#
# Senders we want to Block
#
[nohide][email protected][/nohide] REJECT
stimpy.glaci.com REJECT
cyberpromo.com DISCARD
199.170.176.99 ERROR:”550 Die Spammer Scum!”
199.170.177 ERROR:”550 Email Refused”

Come con la maggior parte dei file di configurazione Linux, le righe che iniziano con # sono dei commenti. La lista di spammer bloccati si trova alla fine di questo file d’esempio. Da notare che l’indirizzo da bloccare può essere un indirizzo email completo, un hostname, un dominio e basta, un indirizzo IP o una rete.
Per bloccare un particolare indirizzo email o un host loggati nel proprio sistema come root, occorre modificare il file /etc/mail/access aggiungendo una riga DISCARD per scartare le mail del sender che sta eseguendo il bombardamento.
Dopo aver salvato il file ed essere usciti dall’editor, occorre convertire il file access in un database hash-indexed chiamato access.db. Il database è aggiornato automaticamente con il riavvio di sendmail. Su Fedora e sugli altri sistemi Red Hat, si può convertire il database immediatamente, come segue:

# cd /etc/mail
# make
Sendmail dovrebbe adesso scartare le email provenienti dagli indirizzi che sono stati aggiunti.



Posted On 01 Gen 2008

Creare una Pile (Stack) personalizzata in Leopard

mactutorialTutorial Mac – Le Pile o Stack sono le immagini che vengono “impilate” nella parte destra del dock (in Leopard).  Una volta creata una Pile, qualunque essa sia, l’icona che ci troveremo sul dock, sarà l’icona del primo documento presente all’interno della cartella. Non ci piove. Tuttavia esiste un modo per personalizzare le pile.

• Aprite con il Finder la cartella che volete far diventare uno stack.

Continue Reading

Posted On 01 Gen 2008

Creare cartelle personalizzate

mactutorialTutorial Mac – Per creare uno spazio di lavoro estremamente personale si possono modificare le icone delle cartelle, azzurre di default, con delle immagini, dei disegni o delle icone ad hoc.
Specie le icone si possono scaricare dalla rete, si trovano diverse raccolte molto carine e del tutto gratuite. Continue Reading

Posted On 01 Gen 2008

Controllare lo spazio sul disco con Linux

linuxtutorialTutorial Linux – E’ possibile visualizzare lo spazio disponibile nei file system con il comando df. Per vedere la quantità di spazio disponibile su tutti i file system montati sul proprio computer Linux, digitare df senza opzioni: Continue Reading

Posted On 01 Gen 2008

Forzare un’applicazione ad aprirsi in Rosetta


mactutorialTutorial Mac
– È possibile forzare un’applicazione Universal per aprirsi con Rosetta facendo clic su Ottieni informazioni per un’applicazione nel Finder, quindi selezionando l’opzione Apri utilizzando Rosetta nella parte inferiore della Sezione generale. Continue Reading

Posted On 01 Gen 2008

Creare un blog

tutorialinternet2Tutorial Internet – Internet ha cambiato indubbiamente il modo di comunicare e i blog stanno ora cambiando il modo di comunicare in internet.
L’assioma trova un perfetto riscontro nei fatti: il blog è un fenomeno in forte espansione tra i più giovani ma non solo. Oramai è una forma di comunicazione che abbraccia un pubblico davvero trasversale, basta visitare i principali siti che raccolgono questi spazi on-line personalizzati per rendersene conto.
Ma cos’è un blog? Innanzitutto una forma di espressione diretta che consente di pubblicare su internet, senza mediazioni di sorta, pensieri, scritti, foto, video, racconti e tutto quello che riguarda la sfera più o meno personale. Continue Reading

Posted On 01 Gen 2008

Velocizzare Windows

windowstutorialTutorial Windows – Col tempo le prestazioni del computer diventano insufficienti, vuoi per la continua frammentazione del disco rigido, vuoi per le richieste di hardware dei nuovi programmi, che sono sempre più esigenti e, implicitamente, spingono l’utente a cambiare il Pc per rimanere al passo coi tempi. Continue Reading

Posted On 01 Gen 2008

Introduzione al linguaggio C: stringhe, input/output, puntatori

programmingTutorial Programmazione in C – Una stringa è composta da uno o più caratteri alfanumerici in sequenza, il che significa che con le stringhe è possibile rappresentare qualunque tipo
di frase o parola. Le stringhe sono tuttavia un’astrazione volta a rendere più semplice la gestione del programma allo sviluppatore, ed hanno meccanismi differenti nei differenti linguaggi di programmazione. Continue Reading

Posted On 01 Gen 2008

Xorg

linuxtutorialTutorial LunuxXorg e’ nato per motivi di licenza come fork di XFree86, un fork non e’ altro che una copia del programma originale (preso prima che cambiasse licenza) sviluppata da un altro team.
Attualmente lo sviluppo di Xorg e’ piuttosto attivo e il nuovo team ha gia’ introdotto particolari features che lo rendono piu’ appetibile del suo genitore XFree86. Continue Reading

Posted On 01 Gen 2008