default-logo

The Painscreek Killings : la recensione

da Milano – The Painscreek Killings, sviluppato da EQ Studios  è il titolo che oggi andremo a recensire. Disponibile per PC tramite Steam al costo di 19,99 Euro, avrete un’avventura investigativa davvero unica ed intrigante. Se vi recate sullo store per acquistarlo, noterete una piccola clausola degli sviluppatori “ Questo gioco è per tutti coloro a cui piace leggere, che amano le belle storie e che apprezzano i giochi polizieschi. Il gioco dura in media dalle 10 alle 20 ore, a seconda dello stile di gioco del giocatore”. Il gioco fortunatamente presenta l’interfaccia ed i

sottotitoli nella nostra lingua, vi metterà nei panni di Janet una giovane giornalista che vuole emergere nel proprio lavoro. Quale miglior occasione, se non di occuparsi di un caso misterioso, con enigmi e questioni irrisolte da tempo? Il nostro compito infatti sarà quello di addentrarci all’interno di un piccolo paese un tempo vivo, ora totalmente abbandonato e scoprire cosa sia successo. Si tratta a tutti gli effetti di un’avventura in prima persona a scopo investigativo. Seppur possa sembrare uno degli innumerevoli indie presenti sul mercato che adotta questo genere, sappiate che non è così. La premessa che vi ho mostrato a inizio articolo, riesce a sintetizzare tutto il gioco. La longevità del titolo dipenderà solamente dalla capacità intellettiva del giocatore. Nessun aiuto, nessuna presa per mano da parte degli sviluppatori. Saremo solo noi, con delle musiche che andranno a variare dall’effetto sonoro ambientale a quelle di tensione, quando andremo a scoprire e indagare in stanze buie e tetre. Avremo con noi il nostro taccuino, una macchina fotografica e basta. Tutto dipenderà dal nostro intelletto. Certamente, presentato così potrebbe spaventare molti giocatori che amano questi titoli, temendo che non esista una soluzione e la frustrazione possa prendere il sopravvento. Io non la vedrei così. Se ci pensate la maggior parte dei titoli tendono ad assomigliarsi, in quanto adottano dei binari stabiliti dalla “massa” per abbinare un gioco all’interno della categoria. Qui invece il gioco si basa sul realismo, almeno dal punto di vista investigativo. Come saprete la rete è piena di soluzioni, basta cercare il titolo su YouTube per avere la soluzione, ma se fossi in voi NON lo farei affatto. Provate per una volta ad essere letteralmente voi stessi a procedere con le indagini e scoprire il mistero che si nasconde dietro questi strani fatti. Naturalmente i suggerimenti sono presenti, sotto forma di indizi. Dovrete setacciare letteralmente l’area attorno a voi, per spulciare il minimo dettaglio che sarà utile per scoprie molte cose di questo piccolo paese. L’area a vostra disposizione è totalmente esplorabile. Potrete entrare e curiosare ovunque, piano piano scoprirete ogni gelosia e segreto che doveva rimanere tale. Sul lato tecnico, naturalmente come già sottolineato il sonoro fa egregiamente la sua parte. Quando visiteremo delle sezioni buie e strette, avremo sempre un sottofondo che ci farà restare in tensione, fuori invece a parte qualche “sorpresa” che non vi svelerò, sembra apparentemente tutto normale con classici suoni ambientali. La grafica è ottima. Le ambientazioni sono ben curate, sia come level design sia come texture. Belli anche i vari effetti di luce che riescono a creare una bellissima e cupa atmosfera, regalando al giocatore una buona soddisfazione visiva. In conclusione, se volete mettere realmente alla prova le vostre doti intellettive, dovete assolutamente farvi vostro questo gioco. Ricordando solo di avere pazienza e di aprire bene gli occhi e collegarli al vostro intelletto. Vi lasciamo alla nostra video recensione e alla nostra pagina di Steam.
Voto : 9

About the Author

Related Posts