default-logo

Sense : A Cyberpunk Ghost Story

da Milano – Con l’arrivo sul mercato di CyberPunk 2077, l’anno appena concluso ha dato modo agli sviluppatori di sfruttare quest’onda d’atmosfera futuristica/cibernetica e realizzare molti giochi a tema. Il titolo di oggi, sfrutta in pieno questa corrente offrendoci un’avventura in 2,5 D niente male, sto parlando di Sense : A Cyberpunk Ghost Story disponibile su Steam al costo

di 16,79 Euro e per console : Nintendo Switch, PS4 e Xbox One. Siamo nel  2083 a  Neo Hong Kong, gli esseri umani in perfetto stile cyberpunk avranno delle doti cibernetiche che gli permettono di avere dei sensi maggiorati. La nostra protagonista si chiama Mei-Lin Mak.  Questa giovane ragazza, sarà ben presto risucchiata all’interno dei una storia a sfondo horror. Vedrà delle cose che nessuno crederà e dovrà appoggiarsi solamente a se stessa. Basato su alcuni misteri di natura Cinese, la nostra Mei dovrà recarsi alle rovine di Chong Sing Apartments e cercare di liberare le anime di 14 persone defunte. Il titolo è un’anime che unisce l’atmosfera cyberpunk a quella di Fatal Frame e Clock Tower. Il gioco è un’avventura punta e clicca dove purtroppo non troviamo ne interfaccia ne sottotitoli nella nostra lingua, quindi la conoscenza della lingua Inglese sarà fondamentale. Quando vestirete i panni della nostra formosa protagonista, avrete tra le mani una splendida avventura investigativa con una grafica in perfetto stile anime. Qui vorrei aprire una piccola parentesi. Come molti di voi sapranno, i titoli anime molto spesso hanno delle protagoniste formose, come in questo caso. Non accade nulla a sfondo sessuale, avrete solo una protagonista formosa come in tutti i titoli anime. Detto questo torniamo al gioco. Visitare questa città futurista è molto affascinante. Avrete una buona colonna sonora che vi aiuterà a immergervi nella trama. Il nostro scopo sarà quello di investigare, raccogliere oggetti, dialogare e salvare queste povere anime. Naturalmente non tutti gli oggetti saranno ben visibili, quindi occorre aguzzare bene la vista e utilizzare anche la vista della nostra Mei. I vari NPC ( personaggi attorno a voi ) saranno fondamentali per proseguire, infatti vi consiglio vivamente di parlare con ogni persona che incontrerete , in quanto ogni dialogo si rivelerà fondamentale. Così come sarà fondametale cercare di recuperare ogni singola fotografia per rivelare un’eventuale segreto, oltre naturalmente a quello che otterrete salvando una delle anime. Il gioco in se non è molto lungo, anche se non è possibile determinarne una durata in quanto dipenderà molto da voi e della vostra attenzione ai dettagli. Ricordandovi sempre che potrete affidarvi ai vari strumenti per ingrandire alla ricerca degli oggetti. Una volta che avrete portato a termine l’avventura, potrete rigiocarla in modalità Plus che vi rivelerà altri segreti impossibili da sbloccare con una singola run. In conclusione Sense : A Cyberpunk Ghost Story si rivela un buon prodotto, peccato per la mancanza della nostra lingua che avrebbe aggiunto un tocco in più a questa bella avventura. Se amate il genere fatelo vostro. Vi lasciamo alla nostra video recensione.

Voto : 8

About the Author

Related Posts