default-logo

Una ricerca MasterCard sui Mobile Payments ha analizzato oltre 13 milioni di commenti in Rete

mastercardDa Milano MasterCard e Prime Research hanno presentato oggi il secondo Studio sui Mobile Payments di MasterCard, che ha monitorato oltre 13 milioni di conversazioni su vari social media, quali Twitter, Facebook, blog e forum in tutto il mondo.
Lo studio ha evidenziato come i consumatori vedono con favore i pagamenti mobili determinando un incremento dell’uso e un rafforzamento dell’accettazione da parte dei commercianti.
I commercianti hanno generato l’88% di commenti positivi, posizionando l’accettazione dei pagamenti mobili come un vantaggio competitivo. I consumatori stanno adottando sempre più di frequente servizi di pagamento mobili, e i commercianti che sono ancora riluttanti ad accettare questo tipo di pagamenti potrebbero cominciare a vedere la mancanza di accettazione come uno svantaggio.

La ricerca indica il 2013 come l’anno in cui i pagamenti mobili sono passati dalla fase concettuale all’adozione effettiva. Gli utenti di questi servizi hanno generato l’81% delle conversazioni del 2013. Questi risultati sovvertono quelli del 2012, in cui solo il 32% di chi parlava dei pagamenti mobili, li aveva effettivamente utilizzati. Sebbene permangano dubbi sul tema della sicurezza, lo studio dimostra che i consumatori e i commercianti si sono mossi dall’atteggiamento di curiosità a quello di verifica dei servizi e opzioni disponibili.

I consumatori che hanno adattato i mobile payments:

• “Più utilizzo, Meno Confusione” : La confusione sui mobile payments riscontrata nel 2012 è stata sostituita dalle conversazioni più focalizzate sulla qualità e validità dei vari prodotti. La ricerca ha mostrato che i consumatori si sono spostati dalla semplice curiosità sui mobile payments (il terzo argomento più discusso nel 2012) alla ricerca di quali servizi di mobile payments usare (il secondo argomento più discusso nel 2013).

• “I discorsi sono cambiati”: Gli utenti reali di questi servizi hanno generato la maggior parte delle conversazioni (81%). I non utenti hanno generato al contrario il 68% delle conversazioni nel 2012. Questi dati indicano che i consumatori sono passati dal parlare di mobile payments a provare le varie opzioni e servizi a disposizione.

• “Conversazioni più positive”: lo studio rivela un miglioramento dell’atteggiamento verso i pagamenti mobili da parte degli utenti (74% nel 2013, 50% nel 2012). I non utilizzatori hanno mantenuto una percezione positiva (79% nel 2013, 76% nel 2012). Questi dati dimostrano che l’esperienza d’uso, la qualità tecnica e il network di accettazione sta migliorando per i consumatori.

• “L’esperienza è migliorata ma si può fare ancora tanto”: L’atteggiamento dei consumatori nei confronti dell’esperienza di acquisto è migliarata (63% nel 2013 in confronto al 34% nel 2012). Il miglioramento ulteriore dell’esperienza è un’opportunità importante, come dimostrato dal fatto che spesso è anche un punto di frustrazione per gli utenti.

Il Momentum per i commercianti:

• “L’accettazione”: l’accettazione da parte dei commercianti risulta l’argomento più importante, generando il 15% del totale delle conversazioni e il 48% delle conversazioni dei retailers in particolare. La ricerca mostra come retailers e consumatori siano positivi nei confronti dei pagamenti mobili (86%), i quali vedranno una maggiore adozione nel 2014. Infatti, la disponibilità dei commercianti si è trasformata da una barriera all’entrata per coloro che non hanno adottato i pagamenti mobili nel 2012 nel topic positivo più discusso di tutto il 2013.

• “L’engagement dei commercianti”: i commercianti rappresentano il 22% delle conversazioni su questo argomento e l’88% esprime una valutazione positiva. La ricerca ha mostrato che circa il 90% delle conversazioni dei commercianti sono guidate da coloro che hanno implementato le soluzioni mobili. I commercianti che non hanno adottato i servizi mobile si rivolgono prevalentemente ai social media per ricevere consigli sui pagamenti mobili da altri commercianti.

• “Soluzione conveniente”: i commercianti che accettano i pagamenti mobili vengono visti come key driver con il 97% dei commenti positivi e neutrali. La ricerca mostra come i commercianti discutano dei benefici dei pagamenti mobili sia per se stessi sia per i consumatori, in molti casi come differenziazione per i loro business.

E’ necessaria una maggiore informazione sulla sicurezza:

• “Mancanza di chiarezza sulla sicurezza”: per il successo e l’adozione dei pagamenti mobili saranno necessarie iniziative di educazione dei consumatori. Le domande sulla sicurezza sono per il 66% negative.

• “Opportunità di educazione”: nonostante un forte sistema di sicurezza, c’è confusione su come le tecnologie mobili andranno ad affrontare il processo di evitare addebiti fraudolenti e non autorizzati.

I pagamenti mobile di MasterCard potenziati da MasterPass
MasterPass, il servizio digitale di MasterCard, semplifica gli acquisti effettuati tramite device connessi, inclusi PC, tablet e smartphone. I consumatori possono semplicemente e in modo sicuro inserire le informazioni relative a carte di credito, debito e prepagate, sia di MasterCard che di altri brand – compresi i prodotti Visa, American Express, Discover e altri – dati di rubriche e molto altro. Questo semplifica il processo di completamento della transazione da ogni device connesso, in particolare da quelli che hanno schermi ridotti.
MasterPass è accettato da più di 30.000 esercenti, compresi . Crew, Brooks Brothers, Orvis, Live Nation-Ticketmaster e Singapore Airlines. E’ disponibile in Australia, Canada, Italia, Regno Unito e Stati Uniti, e, prossimamente, anche in Belgio, Brasile, Cina, Francia, Italia, Israele, Olanda, Singapore e Spagna.


Lo Studio

PRIME Research ha condotto lo Studio sui Pagamenti Mobili in 56 mercati e 26 lingue in America del Nord e del Sud, Europa, Africa, Asia e nei paesi affacciati sul Pacifico, per valutare l’uso da parte delle persone dei prodotti, la disponibilità ad accettarli e le opinioni relative alle opzioni esistenti. Grazie ai metodi analitici e alla tecnologia per i social media propri di PRIME, la società di ricerche ha individuato 13 milioni di post significativi sui social media, nel periodo di tempo fra marzo e dicembre 2013, relativi all’argomento dell’innovazione dei pagamenti mobili, nel contesto di MasterCard e delle altre organizzazioni simili del settore. La “sentiment analysis” rivela che la maggior parte dei post è caratterizzata dalla condivisione di notizie/storie per il 92% positive/basate sui fatti, con un tono negativo solo nell’8% dei casi complessivi, che riflette il contenuto originale così come è apparso nei tradizionali canali di informazione. Dei 13 milioni di post, 5000 commenti più significativi sono stati sottoposti a un’analisi specialistica di PRIME Research più dettagliata del contenuto umano.

About the Author

Related Posts