default-logo

Sony rinnova la partnership con KidsRights

image009Da Milano – Per il secondo anno consecutivo, Sony Italia rinnova la propria partnership con KidsRights, l’associazione no-profit creata per dar voce ai bambini delle aree del mondo più dimenticate e disagiate.

 

La solidarietà sociale è un elemento fondamentale dei valori di Sony: per questo l’azienda si fa promotrice di azioni e impegno sociali attraverso la sua politica economica, sociale e ambientale. Sony ha individuato in KidsRights il partner ideale, poiché sono comuni i valori alla base dell’associazione e dell’azienda: trasparenza nel proprio agire e impegno costante.image0032

 

KidsRights sta dalla parte dei bambini più vulnerabili di tutto il mondo, bambini vittime di abbandono, abusi, violenza, sfruttamento o discriminazione. Li aiuta finanziando progetti locali a sostegno delle più elementari necessità infantili: salute, nutrizione, istruzione, alloggio e attenzione. Rappresenta, per tanti bambini meno fortunati, la possibilità di costruire un futuro migliore.

 

Nel 2005, KidsRights ha istituito – durante il vertice mondiale dei Premi Nobel per la Pace – il Premio Internazionale per la Pace per l’Infanzia (International Childrens’ Peace Prize), che viene assegnato ogni anno a un bambino che ha mostrato un impegno eccezionale nella lotta per i diritti dei minori, in qualunque luogo del mondo. La vincitrice dello scorso anno è stata Mayra Avellar Neves, una ragazza brasiliana di 17 anni, che vive in una delle favelas più povere di Rio de Janeiro.

 

Oltre ad essere socio fondatore di KidsRights per l’Italia, contribuendo a coprire i costi dell’associazione, Sony ha deciso quest’anno di adottare il progetto italiano dell’Associazione Peter Pan Onlus. L’intento dell’associazione è di offrire alle famiglie dei bambini malati di tumore un aiuto concreto per affrontare meglio la dura esperienza della malattia, creando strutture di accoglienza per quelle non residenti a Roma: non semplici punti di appoggio, ma luoghi accoglienti in cui alleviare il dolore e condividere con le altre famiglie preoccupazioni e speranze.

 
Si ricorda che, lo scorso anno, Sony aveva adottato il progetto indiano Rainbow House di Loreto Sealdah, una casa dove oltre 200 bambine hanno potuto trovare rifugio, protezione e istruzione.

 

L‘appoggio di Sony a KidsRights continua anche online sulla community di likeme (http://likeme.sony.it), con l’iniziativa “aiutaci ad aiutare”: una donazione di 1 euro – fino a un massimo di 15.000 euro – per ogni nuovo iscritto. I soldi raccolti vanno a sostegno del progetto ” The Cuddle Company”, volto a creare posti di lavoro per la popolazione della periferia di Joannesburg e a sostenere i progetti di KidsRights in tutto il Sud Africa.

About the Author

Related Posts