Con l’iniziativa “Digimparando” di Epson, la tecnologia va a scuola

Posted On 29 Ago 2012
Comment: Off

digimparandoDa Cinisello BalsamoDigimparando è l’iniziativa di Epson Italia rivolta agli istituti selezionati per il progetto [email protected], lanciato dal Ministero Istruzione Università e Ricerca (MIUR) al quale ha aderito la società giapponese. Obiettivo di Digimparando è coinvolgere alunni e insegnanti, in maniera diretta e attiva, nell’utilizzo dei prodotti che gli istituti hanno ricevuto per l’attuazione dei progetti [email protected]
In concreto, Epson offre, ai 30 progetti selezionati di 18 diverse scuole, un supporto tecnologico a 360 gradi, trasformando l’apprendimento in un’esperienza coinvolgente e interattiva e promovendo il confronto e la condivisione attaverso una specifica TAB dedicata al progetto che Epson ha aperto sulla propria pagina Facebook al link: http://www.facebook.com/-Epson.Italia/app_274345629339233
Per creare una comunità attiva e consapevole delle strumentazioni fornite e per permettere una crescente adozione di tecnologie innovative nelle scuole, Epson Italia ha deciso di far avvicinare concretamente insegnanti e studenti ai nuovi supporti tecnologici per la didattica, offrendo loro un modulo di formazione sulle apparecchiature installate. Durante la giornata di consegna, infatti, oltre a premiare gli istituti con i prodotti, gli incaricati di Epson illustrano il funzionamento dei dispositivi e permettono ad alunni e personale docente di sperimentare e testare i supporti, per comprendere le modalità d’uso e i reali vantaggi offerti.
Non solo prodotti, ma anche coinvolgimento diretto
Per sottolineare l’importanza di questo progetto e stimolare una partecipazione attiva, Epson ha realizzato una serie di materiali che, insieme al logo di Digimparando, vengono consegnati ai giovani partecipanti.
Le scuole premiate ricevono inoltre l’attestato Digimparando, per evidenziare, oltre al coinvolgimento di Epson in questa iniziativa, l’impegno di rendere il settore scuola sempre più all’avanguardia a livello multimediale e informatico.
La consegna dei prodotti, iniziata in giugno con un team specializzato, riprenderà a settembre e coinvolgerà le 12 scuole rimanenti: 8 istituti comprensivi per elementari e medie, e 4 istituti superiori. Tra esse anche la scuola primaria G. Rodari di Mirandola che per il terremoto del maggio scorso non aveva l’agibilità dei locali scolastici e teneva le lezioni sotto una tenda.
Le 6 scuole presso le quali sono già stati installati i prodotti sono: IC Ferraris di Cigliano (VC) e IC Sant’Antonino di Susa (TO) che hanno ricevuto un Epson Discproducer PP50 per la stampa e la masterizzazione di CD e DVD per un progetto sulla produzione di materiali dimostrativi dell’attività didattica. Agli istituti Abba Ballini di Brescia e IC Borghi di Como è stato invece consegnato il visual presenter DC11, che permette di riprendere e proiettare su schermo oggetti tridimensionali, libri, esperimenti. L’istituto di Istruzione Superiore Leardi di Casale Monferrato (AL) ha ricevuto una stampante professionale di largo formato Epson Stylus Pro 3880 ed infine la scuola SSS De Pretis di Stradella (PV) ha avuto in dotazione il visual presenter DC11 e lo scanner Epson GTS 85, con cui è possibile effettuare scansione, conversione, distribuzione e archiviazione di documenti in modo facile ed efficiente.
La tecnologia aiuta a comunicare con gli altri: un caso reale
Fra le tante “storie” raccolte durante le giornate trascorse nelle scuole per l’installazione e la formazione di docenti e studenti molte meriterebbero di essere raccontate, ma fra tutte si segnala come una costante il maggiore coinvolgimento degli studenti riscontrato dalle insegnanti grazie all’utilizzo degli strumenti informatici: emblematico, ad esempio, l’episodio di un giovane alunno che provenendo da una situazione “problematica” e di isolamento è stato capace di svolgere un ruolo attivo nel gemellaggio con un istituto francese sino a creare da solo i biglietti di benvenuto in francese usando un dizionario on line, attraverso l’uso della lavagna interattiva.

About the Author

Related Posts