default-logo

Snow Leopard: non tutte le vecchie applicazioni saranno supportate

compatibilitaDa Milano – Quando si cambia o si aggiorna il sistema operativo bisogna sempre incrociare le dita, perché non è assolutamente detto che tutto quello che funzionava con la vecchia impostazione di sistema funzioni poi con quella nuova, anzi…
In particolare è il pieno indirizzamento a 64 bit e la mancanza di supporto a processori Power PC (e programmi con questa architettura) di Snow Leopard a preoccupare.
A quanto si sa nella fase di installazione Snow Leopard aggiorna il software proprietario di Apple non compatibile mente sposta in una cartellina denominata “Software incompatibile” il software di terze parti che non può più essere utilizzato.
Secondo la lista di compatibilità riportata dal sito http://snowleopard.wikidot.com/, almeno una sessantina di applicazioni non sarebbero supportate da Snow Leopard.
La maggior parte delle principali applicazioni di produttività – Microsoft Office 2008, Adobe (ADBE) Suite CS4 e QuarkXPress – funzionano.
Ma ci sono alcune eccezioni, tra cui Adobe Photoshop Elements e di Google Gears, un’estensione per il browser Web che consente l’accesso off-line a un certo numero di popolari applicazioni on-line.
Inoltre, gli utenti delle prime versioni di alcuni programmi importanti – la versione di Parallels 3.0, per esempio, o Adobe CS2 – avranno la necessità di aggiornare il loro software.
Insomma l’innovazione porta come sempre con sé molti vantaggi ma anche una certa dose di incognite. Il nostro consiglio, prima di aggiornare, è di dare un’occhiata alla lista sopra riportata e, se possibile, di testare Snow Leopard su una macchina diversa da quella utilizzata per la produzione, regola questa importante se l’utente è un professionista o se si tratta di un Pc aziendale coinvolto quindi in una catena di produttività che non può essere interrotta.

About the Author

Related Posts